Il Commento

Prof. Stefano Lariccia

Laureato con Mauro Laeng e Tullio De Mauro con una tesi sull’uso del linguaggio artificiale Logo nella didattica (una grammatica generativa simulata sul computer attraverso il Logo doveva facilitare la esplicitazione delle competenze linguistiche). Ha lavorato per circa 10–12 anni come informatico presso – o per conto di – diverse imprese (tra cui RAI, Telecom, IBM, Olivetti, Enidata etc.) spostando gradualmente la mia attenzione verso l’insegnamento superiore, dapprima con contratti di tipo professionale per enti di ricerca (CNR, La Sapienza, univ. di Cagliari, univ. di Viterbo, Univ. di Chieti etc.) e con un crescente interesse per le applicazioni dell’informatica nelle scienze umane. Entrato a “La Sapienza” nel 91 come collaboratore si occupa di attivare il Polo SBN (Sistema Bibliotecario Nazionale) e poi del web di Ateneo, creando di fatto il Progetto SIA, Sistemi Informativi di Ateneo, che tuttora integra i servizi in rete di Ateneo (Web, posta etc.). Nel frattempo presso il dipartimento di storia ha materialmente portato la rete, mediante un cavo in fibra ottica (che all’epoca non esisteva ancora, non solo a Lettere, ma in nessuna altra Facoltà, tranne che a Fisica) ho installato 2 router intelligenti per circa 80 macchine, ho cablato tutti i locali con circa 250 prese UTP, ha realizzato un’aula didattica di ottima qualità, attualmente in funzione a pieno ritmo, ha partecipato a 3 progetti europei, 2 progetti nazionali, diversi progetti di Ateneo.
* 2001 Collabora alla preparazione e alle docenze di un corso on–line di Informatica per studenti di Scienze Politiche nell’ambito del progetto Italiano Web Learning
* 2002 Realizza, in collaborazione con G.Toffoli, un sito di cooperazione accademica per gestire la didattica a distanza per la Facoltà di Scienze Umanistiche; il sito è completamente interattivo e basato su tecnologie XML (i contenuti sono interamente a carico dei produttori dell’informazione, la mediazione è ridotta al minimo e focalizzata ad attività di validazione piuttosto che di immissione di contenuti); il sito, in versione dimostrativa, è visibile all’indirizzo www.scienzeumanistiche.org .
* 2003 Presenta al Ministero degli Affari Esteri un progetto di cooperazione internazionale denominato BalkanWeb, nel quale, assieme ad autorevoli referenti accademici ed industriali, si propone come coordinatore di una azione di alfalbetizzazione – attraverso tecnologie web appoggiate a reti satellitari – ai valori fondamentali per la partecipazione all’Unione Europea, nell’ambito di uno dei paesi balcanici interessati, l’Albania. Il progetto è stato valutato positivamente dalla commissione cooperazione del MAE ed è al vaglio della Presidenza del Consiglio.
* 2003 Realizza, in collaborazione con G.Toffoli, e per conto del Progetto nazionale CNR il portale www.web–Learning.org, cui fa riferimento una comunità di circa 40 ricercatori italiani di informatica e robotica. Il portale www.web–learning.org ha tra i suoi obiettivi la recensione di modelli, strumenti, tecnologie, esperienze reali, casi accademici e casi industriali nell’ambito della formazione appoggiata al Web. E’ prevista la pubblicazione, anche attraverso le informazioni raccolte dal portale, di un opera collettanea il cui titolo provvisorio è Web–learning nel web semantico.
* 2003 Dal mese di dicembre è inquadrato come ricercatore confermato presso la Facoltàdi Scienze Umanistiche dell’Universitàdi Roma "La Sapienza".
* Principali lavori pubblicati:

LARICCIA S. (2004). LA RETE DELLA STORIA. (vol. 1, pp. 0–140). ROMA: EUE

LARICCIA S. (2003). INFORMATICA PER LE SCIENZE UMANE. (vol. 1, pp. 1–150). ROMA: EUE (ITALY).

Atti di convegno:

LARICCIA S., TOFFOLI G. (2004). Qualche considerazione sull’offerta di LMS open source. Web Learning, tenuto a Ferrara il 12 maggio 2004 in concomitanza con Didamatica 2004. (vol. 1).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pagina modificata Monday 3 March 2014