Il Commento

Prof.ssa Giovanna Motta

 

Percorso scientifico e prevalenti interessi di ricerca

 

Ha trattato temi di storia economica e sociale in età moderna e in area mediterranea attraverso l’uso di metodologie specialistiche – lunga durata, microstoria, antropologia culturale – e l’impiego di fonti autentiche – documenti di stato, fonti diplomatiche, archivi familiari, archivi mercantili– con l’obiettivo di giungere all’analisi e all’interpretazione della società di antico regime.

Ha ipotizzato un modello interpretativo in grado di individuare la specificità della Sicilia, ai confini del mondo occidentale, di estrema rilevanza nella più ampia ideologia della corona spagnola, che sul quadro mediterraneo e centro–europeo attua connessioni di lunga durata, progetti politici e disegni economico finanziari. Sullo sfondo della Grande Storia che fra Quattro e Cinquecento vede primeggiare i re cattolici e la dinastia degli Asburgo di Spagna, ha delineato nell’Isola le strategie delle classi dominanti e quelle dei ceti emergenti che con alterne vicende si contendono il potere politico e il controllo dell’economia.

Ha seguito la proiezione della Sicilia nel lungo periodo (secc. XIV–XVII), attraverso l’apporto significativo delle fonti esterne, italiane e straniere, su temi relativi all’immigrazione toscana e alla penetrazione commerciale e finanziaria (archivi di Pisa, Firenze, Prato, Lucca – Palermo, Catania, Messina – Genova – Venezia; Madrid, Barcellona, Simancas, Siviglia – Parigi – Vienna – Budapest).

Ha mostrato, all’interno, la tenuta dell’organigramma di potere che nel corso di tre secoli collega l’Isola ai principali centri della politica e ai grandi mercati internazionali.

Ha ricostruito le strategie e le alleanze di una delle quattro famiglie vicariali – quella dei Ventimiglia – seguendone le vicende dalla fine del XIV secolo al Seicento, proponendo l’interpretazione di uno schema socio–economico e politico–antropologico.

Si è occupata di una specifica periferia, quella calabrese – rispetto al centro rappresentato dalla Napoli soggetta alla dinastia borbonica– attraverso l’impiego di fonti processuali che ha proposto quale utile apporto alla conoscenza della società considerata nella prima metà del XIX secolo.

Si è ancora interessata all’analisi di momenti significativi nella prima storia unitaria, seguendo progetti politico–tecnici del nuovo stato, quali quelli ideati per il decollo del settore agrario nell’ultimo ventennio del secolo decimo nono.

Ha seguito i principali temi di storia economica dell’età industriale– sviluppo economico e società– processi di modernizzazione– rivoluzione agraria e industriale in Inghilterra– problemi del sottosviluppo

Sulla base delle esperienze maturate nel corso degli anni, ha ampliato l’ambito territoriale e tematico della ricerca, occupandosi di fenomeni di integrazione culturale. Nella storia, che pure marca accesi contrasti, guerre e contrapposizioni, ha inteso fare emergere esempi “positivi” fra oriente e occidente.

Lungo le coste del bacino del Mediterraneo, come nella pianura pannonica o nei territori balcanici, nel nord–Europa come a Lisbona, proiettata sull’Atlantico, il contatto tra gli uomini di diversa razza e religione mostra che non sempre scatta l’intolleranza, ma che al contrario anche popoli di religione diversa comunicano scambiandosi le conoscenze e le esperienze della loro cultura. Il percorso più recente, dunque, è segnato dall’intento di porre in evidenza le prime se pure limitate forme di integrazione, da indicare oggi alle nuove generazioni abituandole alla tolleranza; a tale fine si è proceduto con lavoro di gruppo e collaborazione interdisciplinare che consente di arricchire il lavoro con apporti specialistici e con scambi di competenze.

Ha diretto ricerche approvate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche con l’apporto di studiosi italiani e stranieri su temi relativi alle trasformazioni economiche e sociali dell’Europa di Antico Regime. I risultati sono confluiti nei voll. Franco Angeli dal 1996 al 2009.

 

CURRICULUM VITAE - Giovanna MOTTA

Sezioni

 

Percorso scientifico e prevalenti interessi di ricerca

 

Ha trattato temi di storia economica e sociale in età moderna e in area mediterranea attraverso l’uso di metodologie specialistiche – lunga durata, microstoria, antropologia culturale- e l’impiego di fonti autentiche – documenti di stato, fonti diplomatiche, archivi familiari, archivi mercantili- con l’obiettivo di giungere all’analisi e all’interpretazione della società di antico regime.

Ha ipotizzato un modello interpretativo in grado di individuare la specificità della Sicilia, ai confini del mondo occidentale, di estrema rilevanza nella più ampia ideologia della corona spagnola, che sul quadro mediterraneo e centro-europeo attua connessioni di lunga durata, progetti politici e disegni economico finanziari. Sullo sfondo della Grande Storia che fra Quattro e Cinquecento vede primeggiare i re cattolici e la dinastia degli Asburgo di Spagna, ha delineato nell’Isola le strategie delle classi dominanti e quelle dei ceti emergenti che con alterne vicende si contendono il potere politico e il controllo dell’economia.

Ha seguito la proiezione della Sicilia nel lungo periodo (secc. XIV-XVII), attraverso l’apporto significativo delle fonti esterne, italiane e straniere, su temi relativi all’immigrazione toscana e alla penetrazione commerciale e finanziaria (archivi di Pisa, Firenze, Prato, Lucca – Palermo, Catania, Messina – Genova – Venezia; Madrid, Barcellona, Simancas, Siviglia – Parigi – Vienna – Budapest).

Ha mostrato, all’interno, la tenuta dell’organigramma di potere che nel corso di tre secoli collega l’Isola ai principali centri della politica e ai grandi mercati internazionali.

Ha ricostruito le strategie e le alleanze di una delle quattro famiglie vicariali – quella dei Ventimiglia - seguendone le vicende dalla fine del XIV secolo al Seicento, proponendo l’interpretazione di uno schema socio-economico e politico-antropologico.

Si è occupata di una specifica periferia, quella calabrese – rispetto al centro rappresentato dalla Napoli soggetta alla dinastia borbonica- attraverso l’impiego di fonti processuali che ha proposto quale utile apporto alla conoscenza della società considerata nella prima metà del XIX secolo.

Si è ancora interessata all’analisi di momenti significativi nella prima storia unitaria, seguendo progetti politico-tecnici del nuovo stato, quali quelli ideati per il decollo del settore agrario nell’ultimo ventennio del secolo decimo nono.

Ha seguito i principali temi di storia economica dell’età industriale- sviluppo economico e società- processi di modernizzazione- rivoluzione agraria e industriale in Inghilterra- problemi del sottosviluppo

Sulla base delle esperienze maturate nel corso degli anni, ha ampliato l’ambito territoriale e tematico della ricerca, occupandosi di fenomeni di integrazione culturale. Nella storia, che pure marca accesi contrasti, guerre e contrapposizioni, ha inteso fare emergere esempi “positivi” fra oriente e occidente.

Lungo le coste del bacino del Mediterraneo, come nella pianura pannonica o nei territori balcanici, nel nord-Europa come a Lisbona, proiettata sull’Atlantico, il contatto tra gli uomini di diversa razza e religione mostra che non sempre scatta l’intolleranza, ma che al contrario anche popoli di religione diversa comunicano scambiandosi le conoscenze e le esperienze della loro cultura. Il percorso più recente, dunque, è segnato dall’intento di porre in evidenza le prime se pure limitate forme di integrazione, da indicare oggi alle nuove generazioni abituandole alla tolleranza; a tale fine si è proceduto con lavoro di gruppo e collaborazione interdisciplinare che consente di arricchire il lavoro con apporti specialistici e con scambi di competenze.

Ha diretto ricerche approvate dal Consiglio Nazionale delle Ricerche con l’apporto di studiosi italiani e stranieri su temi relativi alle trasformazioni economiche e sociali dell’Europa di Antico Regime. I risultati sono confluiti nei voll. Franco Angeli dal 1996 al 2009.

Torna al sommario

Pubblicazioni

 

L’attività serica a Messina, in Annali della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Messina, 1966.

Prime note su un mercante pisano nel cinquecento, Ibidem, 1970, pp. 2-44.

* La schiavitù a Messina nel primo cinquecento, in Archivio storico per la Sicilia Orientale, Catania 1974.

La storiografia internazionale sulla rivoluzione di Messina del 1674, in Atti del Convegno sulla Rivolta del 1674, Messina 1974.

Un proletariato urbano. Proposta per l’identificazione di un modello, Milano Giuffrè 1977, pp. 494.

Aspetti dell’economia siciliana alla fine del XIV secolo. Dalle lettere di Manno d’Albizo a Francesco Datini, in Studi in memoria di Federigo Melis, vol. II, Napoli 1978, pp. 507-527.

Feudo e Famiglia. Prime considerazioni e problemi, in Studi in onore di Lorenzo Campagna, Milano Giuffrè 1978.

Strategie familiari e alleanze matrimoniali in Sicilia nell’età della transizione (secoli XIV-XVII), Firenze Olschki 1983, pp. 148.

Nuove fonti per la storia calabrese: gli atti della Gran Corte, in Studi dedicati a Carmelo Trasselli, a cura di G. Motta, Soveria Mannelli Rubbettino 1983, pp. 481-505.

Ceti dirigenti in Sicilia tra Medioevo ed Età Moderna, in Ceti dirigenti in Italia in età moderna e contemporanea, Udine 1984, pp. 227-287.

Tra medioevo ed età moderna. Quale cultura?, in Aspetti della vita economica medioevale, Firenze 1985. pp. 694-706.

Qualche considerazione sul Settecento in Calabria, in Settecento Calabrese, a cura di Falco De Bonis, Minervino Cosenza 1985.

La storiografia marittima siciliana, in Tendenze e orientamenti nella storiografia marittima contemporanea, Napoli Pironti 1986, pp. 95-125.

Problemi e considerazioni sull’economia calabrese del primo Novecento, in Cultura e società nella Calabria del novecento, Cosenza 1987, pp.37-49.

Intervento in qualità di esperta, con relazione su Metodi risultati prospettive della storia economica, secc. XIII-XVIII, Firenze 1989 (Storiografia e metodo negli studi sulla famiglia).

La Calabria agraria tra innovazione e permanenza, Cosenza, Periferia, 1989, pp. 208.

L’arsenale di Messina in età moderna con N. Aricò – F. Martino, in L’arsenale militare marittimo di Taranto tra politica, strategia di difesa e sviluppo industriale, Taranto 1989, pp. 67-73.

L’attualità di Carmelo Trasselli; Rapporto strutturale fra società civile e banca; Introduzione alla riedizione dell’opera in tre volumi; Note per la storia dei banchi in Sicilia nel XV secolo, Cosenza 1993.

La storiografia economica sul XVIII secolo: il decennio 1980-1990, in Un decennio di storiografia italiana sul secolo XVIII, a cura di A. Postigliola, Napoli 1995.

Guerra turca e “negozio napoletano”: un episodio dell’attività diplomatica della Polonia del XVII secolo, in Fra spazio e tempo. Studi in onore di Luigi De Rosa, a cura di E. Di Nolfo, Napoli 1995.

Storia economica: lo stato della ricerca, in Lettere dall’Italia, Roma Istituto dell’Enciclopedia Italiana 1996.

Merci e mercati nella Sicilia della prima età moderna, in Nuova Economia e Storia, 1996.

Formazione storico-politica dell’Ungheria, con particolare riguardo all’evoluzione delle strutture sociali, culturali ed economiche, in Caratteristiche e prospettive dei processi di transizione verso i regimi democratici e di mercato in Cecoslovacchia, Polonia e Ungheria, Milano, Università Bocconi 1996.

Storia dell’Ungheria (a cura di P. Hanak), traduzione ed edizione italiana (con R. Tolomeo), Milano 1996.

I Turchi il Mediterraneo l’Europa (a cura di G. Motta), Milano, Franco Angeli 1998.

Da Messina a Lepanto. Guerra ed economia nel Mediterraneo cinquecentesco, in I Turchi il Mediterraneo e l’Europa, Milano, Franco Angeli 1998 .

* Sante e mercanti. L’esercizio della fede e degli affari in una famiglia messinese del XV secolo, in Saggi di Storia economica. Studi in onore di A. Tagliaferri, a cura di T. Fanfani, Pisa 1998.
Tra storia e società in età moderna. Conflitti ed esempi di integrazione, Relazione al     Convegno, Il Mediterraneo: approdo per un nuovo millennio, Trieste 1999.
Donne in viaggio tra diplomazia e politica. Il viaggio di Maria Amalia Wettin, regina di Napoli (1738), in Donne in viaggio, Bari, Laterza 1999.

Presenze italiane nell’universo commerciale portoghese (secc.XV-XVII), in Case Commerciali banchieri e mercanti italiani in Portogallo, Lisbona 1999.

Presenza ottomana tra Mediterraneo e centro-Europa: contrasti e reciproche influenze, in L’Europa centro-orientale e il pericolo turco tra Sei e Settecento, Viterbo, Settecittà, 2000.
Tra storia e società in età moderna. Conflitti ed esempi di integrazione, in Il Mediterraneo: approdo per un nuovo millennio, Edizioni Università di Trieste, Trieste 2000, pp. 197-211.
La identitad mediterránea y sus vínculos, Tarragona 2000.

Mercanti e viaggiatori per le vie del mondo, Progetto e coordinamento, Milano, Franco Angeli 2000; mio saggio Dal Mediterraneo al nord-Europa. La presenza italiana sui mercati di Londra e di Anversa, pp. 45-63.

L’esperienza di una regina italiana nella politica europea del Cinquecento, in Conflitti e compromessi nell’Europa di centro fra XVI e XX secolo, a cura di G. Platania, Viterbo, Settecittà, 2001.

Definire l’Europa. Qualche riflessione tra storia e attualità, in Geotema, Rivista del Dipartimento di Geografia e Statistica dell’Università di Messina, Messina 2001.

Regine e sovrane. Il potere, la politica, la vita privata, progetto e coordinamento, Milano, Franco Angeli 2002; mio saggio Bona Sforza, una regina del Rinascimento, pp. 11-25.

Definire l’Europa. Qualche spunto di riflessione nella “lunga durata”, in Europa: il nuovo continente. Presente, passato e futuro dell’Unione europea, a cura di L. Faccioli Pintozzi, Milano 2003.

La rivoluzione mancata del lungo Cinquecento. Elites e sviluppo economico fra continuità e nuove strategie distributive, in Studi in onore di G. Mori, Firenze 2003.

Discipline senza confini, in Spazi e Tempi. Un incontro tra storici e geografi, Roma 26 febbraio 2003 organizzato dall’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

La nuova organizzazione dello Stato nell’Europa dell’età moderna, in Annuario dell’istituto Italo Rumeno di Studi Storici, Cluj Napoca, 2004, pp.23-36.

Paesaggio, territorio, ambiente. Storie di uomini e di terre, Progetto e coordinamento, Milano, Franco Angeli 2004; Nutrirsi, abitare, produrre. Il destino dei singoli e la crescita delle società nell’economia del territorio, pp.216-236.

Alessandro VI e le difficili scelte degli anni della modernizzazione, in Alessandro VI dal Mediterraneo all’Atlantico, Roma 2004.

L’ascesa dei singoli e il cambiamento delle società. I mercanti e il processo di transizione nelle economie dell’età moderna, in Rapporti diplomatici e scambi commerciali nel Mediterraneo moderno, a cura di M. Mafrici, Salerno 2004.

Alessandro VI e le difficili scelte degli anni della modernizzazione, in Alessandro VI dal Mediterraneo all’Atlantico, Roma, Roma nel Rinascimento, 2004, pp. 27-38.

L’ascesa dei singoli e il cambiamento delle società. I Mercanti e il processo di transizione nelle economie dell’età moderna, in Rapporti diplomatici e scambi commerciali nel Mediterraneo moderno, Atti del Convegno internazionale di studi, a cura di M. Mafrici, Soveria Mannelli 2004.

Il tempo, la storia, il cibo. Qualche ulteriore apporto in tema di cultura alimentare, Cosenza, Periferia, 2005, vincitore del Premio Letterario Internazionale Campidoglio assegnato dal ministro Fioroni il 31 ottobre 2006.

Il mare, il tempo, la storia. In “Rivista di Studi Ungheresi”, 2005 pag. 34-67.

Cultura alimentare e Società in Cultura alimentare, storia e società, Roma 2008, seconda edizione riveduta, corretta e aggiornata del volume Il tempo la storia e il cibo, Roma 2005.

Sui campi di battaglia o al servizio della Chiesa. Tracce della famiglia Strassoldo nelle carte vaticane. in “Giovanni di Strassoldo (Udine 1547-1610)” Una vita tra armi, scienza, lettere. Udine, a cura di Doimo Frangipane Strassoldo novembre 2005, pp.79-89.

con Antonio Ricci, Emigrazione e società. Diritti e tutela sanitaria degli immigrati in Italia, in “Nike. La Rivista delle Scienze Politiche”, n.3, ottobre 2006.

La cultura alimentare tra storia e letteratura, in Il cibo e le feste nella letteratura italiana, a cura di A. D. Marianacci - A.D. Sciacovelli, Istituto Italiano di Cultura, Budapest, 2006 pp.15-32.

“In bona salute de animo e de corpo”. Malati, medici e guaritori nel divenire della storia, Franco Angeli Milano 2007; progetto, coordinamento e saggio, pp. 7- 62.

Storia e alimentazione. Il tempo, la cultura, il cibo, in Tra res e imago. Studi in memoria di Augusto Placanica, Soveria Mannelli, Rubbettino 2007.

Quel mare attraversato da Scanderbeg fra storia e mito, in Giorgio Castriota Scanderbeg nella storia e nella letteratura, a cura di I. C. Fortino- E Çali, Napoli 2008.

La città ferita. Il terremoto di Messina e la solidarietà internazionale, progetto e coordinamento, Milano 2008; progetto, coordinamento e saggio, pp. 7- 44.

* Il Mediterraneo nella memoria storica. Tante lingue, tante culture, una identità, in Italia e Turchia tra passato e futuro: un impegno comune, una sfida culturale, Roma 2009, pag.21-36.

Il mercante di Panni, Firenze Passigli 2009.

 

Saggi in lingua straniera e traduzioni

*Saintes et marchands. Pratique de la foi et des affaires dans una famille de Messine au XV siècle, in «Bulletin de l’Institut Historique belge de Rome», Roma 2000.

*Niewolnictwo w Messynie w pierwszej Polowie XVI wieku, in “Europa między Italią a Polską i Litwą Studia”, Polska Akademia Umięjetności - Kraków 2004.

Introduction a Defining Europe from the perspective of the “Long Period”, in A new continent called Europe. History and Perspectives of the European Union, edited by Andrea Carteny, Roma 2005.

La historia y la comida, Madrid 2009.

Istoria şi cultura alimentară, in Caiete de antropologie istorică, Cluj 2006.

*A történelem és mítoszok szülöttje: a földközi-tenger, in Mediterrán Világ, kulturális folyóirat, Veszprémi 2009.

*Toskana-Sicilya ekseni, in Tarih, Istanbul 2009.

*Средиземноморската система. Много езици, много култури, една идентичност Джованна Мотта (Професор Доктор по Икономическа История- Рим Университет «Ла Сапиенца» Превод от италиянски: Садрие Гюнеш, 2010.

 

Comunicazioni a Convegni

Sui campi di battaglia o al servizio della Chiesa. Tracce della famiglia Strassoldo nelle carte vaticane. Relazione a Convegno Internazionale “Giovanni di Strassoldo (Udine 1547-1610)” Una vita tra armi, scienza, lettere. Udine, novembre 2000.

L’esperienza di una regina italiana nella politica europea del Cinquecento, relazione al Convegno “Conflitti e compromessi nell’Europa di centro fra XVI e XX secolo”, Cagliari, 17/19 maggio 2001.

L’ascesa dei singoli e il cambiamento delle società. I Mercanti e il processo di transizione nelle economie dell’età moderna, Relazione al Convegno “Rapporti diplomatici e scambi commerciali nel Mediterraneo moderno”, Salerno, 2002.

La nuova organizzazione dello Stato nell’Europa dell’età moderna, Relazione al Convegno “Romania e Italia”, Cluj Napoca 2003.

Quel mare attraversato da Scanderbeg fra storia e mito, Relazione al Convegno internazionale “Giorgio Castriota Scanderbeg nella storia e nella letteratura”, Napoli 2005.

I movimenti migratori nel contesto italiano e internazionale. Inserimento socioculturale, occupazionale, assistenziale Relazione al Convegno, “Immigrazione e Sanità” Napoli 2005.

La condizione femminile tra storia e attualità Relazione al Convegno “Diritti umani, diritti di genere” organizzato dal tribunale di Velletri, Velletri 2005.

La cultura alimentare tra storia e letteratura, Relazione alla Giornata di Studio in occasione della VI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo dal titolo “Il cibo e le feste nella letteratura italiana”, Budapest, 2006.

Relazione sul Diritto all’alimentazione, Giornata sui Diritti Umani, Università di Castel Sant’Angelo Roma, Dicembre 2007.

La historia y la comida, Universitad Autonoma de Madrid 2007.

Rome, 20 th September 1870: Turning Point in Modern History? The Legacy and Today, Partecipacion an International Conference: London 19-20 settembre 2008.

Il diritto all’alimentazione: un diritto “minore? Relazione in occasione della Celebrazione del 60° della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani - convegno organizzato dall’UNESCO con la regione Umbria e il Comune di Montefalco, Montefalco, Novembre 2008.

A road for Europe. Via Egnatia, past, present, future an International Conference, first session: Istanbul, Bilgi University, 2007; second session, Economic delay, tradition and change in Southeastern Europe during the Ottoman domination, Roma 2008, Turks, Balkans, European Cultural Links in Modern History third session, Tiblisi 2009.

 Torna al sommario

 

Presentazioni e introduzioni

 

Introduzione all’edizione italiana di Pedro Gracía Martín, Imagines Paradisi. Historia de la perceción del paisaje en la Europa moderna, Madrid 2000.

Introduzione al Colloquio internazionale Università di Viterbo in collaborazione con l’Università di Paris IV- Sorbonne 2000.

Dalle crisi dell’impero sovietico alla dissoluzione del socialismo reale, Messina Facoltà di Lettere, 15 maggio 2001.

Presentazione a  Alberto Caldana, Le guide di Roma. Ludwig Schudt e la sua biografia. Lettura critica e catalogo ragionato, Roma 2003.

Introduzione a Maria Rita Bonetti, L’odore delle cose, Periferia Roma 2004.

Introduzione a Johann Herczog, Orfeo nelle Indie. I gesuiti e la musica in Paraguay, Galatina, Congedo editore 2005.

Presentazione al volume del Dipartimento Rappresentazione e Progetto (DRP) di Storia urbana dell’Università di Messina, Rassegna di Studi e Ricerche, Il braccio di S. Ranieri, Messina 2005.

Introduzione  a Lásló Nagy, Gli ungheresi e il Mediterraneo, ed. Periferia, Roma 2005, pp.9-19.

Giornata di studio in occasione della VI settimana della Lingua italiana nel mondo, Università di Castel Sant’Angelo, Roma, ottobre 2006.

 Introduzione ad atti del Convegno per il 50° anniversario della rivoluzione ungherese del ’56, “Rivista di Studi Ungheresi”, Budapest 2006.

Introduzione a Melo Freni, Severino il cardinale, Caltanissetta Salvatore Sciascia editore, 2006.

Identitati si sensibilitati Alimentare Europene Interviu de Andrea Carteny in Caiete de Antropologia Istorica, Cluj 2006, pp. 345-368.

Introduzione con Antonello Biagini, La memoria della Cina. Fonti archivistiche italiane sulla storia della Cina, Roma 2008, pp. 3-24.

Introduzione a Rita Levi Montalcini, con G. Tripodi, Le tue antenate, Gallucci, Città di Castello 2008.

Presentazione del volume La città ferita. Il terremoto di Messina e la solidarietà internazionale, Milano 2008 biblioteca Vallicelliana, Salone Borromini, Roma 22 aprile 2009.

Daniela Patriarca, Il sonno delle mie notti dorme con me, La Conchiglia, Capri 2009.

Torna al sommario

 

Specializzazione e incarichi

 

  1. Diploma di specializzazione in archivistica e diplomatica (corsi tenuti da Federigo Melis e da Fernand Braudel – Istituto Internazionale “F. Datini” di Prato – 1968/1969)
  1. tra il ’60 e il ’70 borse di studio presso:

- Università di Firenze
- Università di Pisa
- Collège de France (Parigi)

  1. professore di scambio presso la cattedra di Fernand Braudel Maison des sciences de l’Homme, Paris
  1. Componente dell’équipe del prof. George Duby presso il Collège de France, ha frequentato i seminari di antropologia tenuti dal prof. Isaac Chiva, direttore del Laboratoire di Levi-Strauss, 

 

  1. Componente del Consiglio scientifico della rivista “Incontri Meridionali”, poi “Incontri Mediterranei”
  1. Componente del Consiglio scientifico della rivista “Periferia”

 

  1. Componente della giuria “Premio Prato International” per la saggistica
  1. Coordinatore di numerose ricerche CNR, MPI, MURST

 

  1. Professore di scambio (accordo CNR-CNRS, aa. 1978-1983)
  1. Componente della Commissione Finanza Pubblica e della Commissione Internazionale di Storia Marittima del MPI

 

  1. Rappresentante eletta in seno alla Commissione d’Ateneo dell’Università di Messina (1982-1986)
  1. Componente del Collegio dei docenti per il dottorato di Storia Economica dal III al IX ciclo (sede amministrativa Università di Bari)

 

  1. Componente del Collegio dei docenti per il dottorato di Storia d’Europa dal X al XXV ciclo (sede amministrativa Sapienza Università di Roma)
  1. Componente del Comitato scientifico dell’Istituto Internazionale di Storia Economica “F. Datini” di Prato

 

  1. Componente del Comitato scientifico dell’Istituto Italo-Iberico CNR di Cagliari
  1. Componente del Collegio dei Docenti per il dottorato di Storia del pensiero politico - La questione femminile e i diritti umani (sede amministrativa Roma Tre)

 

  1. Socio fondatore del Centro Studi per il Patrimonio di S. Pietro in Tuscia e membro del comitato scientifico
  1. Componente Comitato Scientifico della Università di Castel sant’ Angelo in Roma

 

  1. Altiero Spinelli center for the studies of european Governance, Babes-Bolyai, Cluj-Napoca
  1. Founder of International Network Via Egnatia

 

  1. Responsabile cotutela Università Humboldt Berlino 2008/2011
  1. Coordinatore Di Unità di Ricerca progetti – PRIN-MIUR

 

  1. Coordinatore Dottorato in Storia d’Europa, Sapienza Univeristà di Roma 2008-2010
  1. Codirettore della collana di Studi e Ricerche Tracce per Periferia, Roma

Torna al sommario

 

Principali attività culturali

 

Ha svolto intensa attività nel campo dell’organizzazione culturale, coordinando molteplici occasioni seminariali e congressuali che hanno consentito la collaborazione di enti e istituzioni pubbliche – Ministero per i Beni Culturali, CNR, MURST. Etc.- nonché di numerosi studiosi italiani e stranieri.

Ha tenuto lezioni, conferenze e seminari presso:

sedi universitarie italiane

Bari, Bologna, Calabria, Cagliari, Firenze, Genova, Messina, Napoli, Padova, Pescara, Pisa, Roma, Salerno,Trieste, Venezia, Udine.

 

sedi universitarie straniere

Argentina

Buenos Aires

Ministerio de Relaciones Exteriores y Culto  Instituto Exterior de la Nacion (ISEN)

Corso di storia per diplomatici

Buenos Aires

Università

prof. J. Vinuesa

Tucuman

Facultad de derecho

corso di Storia europea

Cuba

Avana

Università

Francia

Parigi

Collège de France

Grecia

Atene

Università

prof. Antonis Liakos

Salonicco

Università

prof. Antonis Hasiotis

Polonia

Cracovia

Università Jagellonica

prof. Canuta Poplavska

Portogallo

Lisbona

Istituto Italiano di cultura

Spagna

Madrid

Università Complutense

Barcellona

Università

prof. Jordi Casassas

Valladolid

Università

prof. Garcia Ribot

Tarragona

Università

prof. Olivé Serret Enric

Madrid

Univesidad Autónoma

prof. Pedro García Martín

Ungheria

Budapest

Università

prof. Peter Sarkozy

Budapest

Accademia delle Scienze

prof. Peter Hanak

Szeged

Università

prof. Stephan Eordogh

Venezuela

Caracas

Universidad Central de Venezuela

prof. Josefina Bernal

Caracas

Fondazione Casa de Bello
Convegno Letteratura e politica

prof. Raphael Di Prisco

Russia

Pietroburgo

Facoltà di Filosofia

 

Pietroburgo

Smolny University

 

Romania

Cluj Napoca

Babes Boilyai

 

Francia

Parigi

Paris Sorbonne V

 

Parigi

Paris Sorbonne VII

 

Parigi

Paris Sorbonne XIII

 

Slovacchia

Bratislava

Ministero degli Esteri

 

Gran Bretagna

Londra

Istituto Italiano di Cultura

 

Ungheria

Budapest

Istituto Italiano di Cultura

 

Turchia

Ankara

Istituto Italiano di Cultura

 

Istanbul

Università Yldiz

 

Istanbul

Università Bilgi

 

Georgia

Tblisi

Università di Tbilisi

 

 

Ha collaborato al progetto strategico del CNR su Processi di transizione verso i regimi democratici e di mercato in Cecoslovacchia, Polonia e Ungheria.

Ha coordinato una unità del progetto strategico del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Il sistema Mediterraneo: radici storiche e culturali, specificità nazionali), dal titolo “I Turchi, il Mediterraneo e l’Europa”.

Ha diretto la ricerca CNR dal titolo “Commercio internazionale e società in età moderna”.

Ha coordinato la ricerca CNR su Processi di trasformazione del pensiero politico nelle società di antico regime. Il ruolo della Corona nelle società di modelli.
 
Ha fatto parte del Consiglio Scientifico per l’organizzazione del Convegno Internazionale della Società di Filologia Ungherese (Roma 1996).

Attualmente coordina un gruppo di ricerca in collaborazione con l’Istituto Gramsci su tematiche mediterranee.

Torna al sommario

 

Ruoli accademici

 

a.a. 1965-67
in qualità di                 assistente volontario
Università                    Messina
Facoltà                         Economia e Commercio
Cattedra                      Storia Economica

a.a. 1967-80
in qualità di                 assistente ordinario
Università                    Messina
Facoltà                        Economia e Commercio
Cattedra                       Storia Economica

a.a. 1970-73
in qualità di                 professore incaricato
Università                    Messina
Facoltà                                     Scienze Politiche
Cattedra                       Storia Economica

a.a. 1973-80
in qualità di                 professore incaricato stabilizzato
Università                    Messina
Facoltà                        Scienze Politiche

a.a. 1980-86
in qualità di                 professore associato
Università                    Messina
Facoltà                         Scienze Politiche
Cattedra                      Storia Economica

Cattedra                      Storia Economica

a.a. 1984-87
in qualità di                 supplente
Università                    Messina
Facoltà                        Scienze Politiche
Cattedra                       Storia dell’Amministrazione pubblica

a.a. 1986-89
in qualità di                 professore straordinario
Università                    Salerno
Facoltà                        Magistero
Cattedra                      Storia Economica

a.a. 1988-91
in qualità di                 direttore del Dipartimento di “Teoria e storia delle istituzioni giuridiche e politiche nella società moderna e contemporanea”
Università                    Salerno

 

a.a. 1988-89
in qualità di                 supplente
Università                    Tor Vergata – Roma
Facoltà                         Economia e Commercio
Cattedra                      Storia Economica

a.a. 1989-91
in qualità di                 professore ordinario
Università                    Salerno
Facoltà                        Magistero
Cattedra                      Storia Economica

a.a. 1991-94
in qualità di                 professore ordinario
Università                    della Tuscia – Viterbo
Facoltà                        Lingue e Letterature straniere moderne e contemporanee
Cattedra                       Storia Moderna

a.a. 1995-2002
in qualità di                 professore ordinario
Università                    Terza Università degli Studi di Roma
Facoltà                        Scienze Politiche
Cattedra                      Storia Moderna
supplenza di Storia Moderna II
a.a. 2002-2008
in qualità di                 professore ordinario
Università                    Roma “La Sapienza”
Facoltà                        Medicina
Cattedra                      Storia Economica

a.a. 2009-2010
in qualità di                 professore ordinario
Università                    Roma “La Sapienza”
Corso                           Scienze sociali per la Cooperazione e lo Sviluppo
Cattedra                      Storia Economica

 

Torna al sommario

 

Commissioni di concorso

 

1982
Università di Messina: Giudizio di idoneità a ricercatore universitario
Facoltà di Economia e Commercio – Disciplina: Storia Economica

1984
Università di Messina: Giudizio di idoneità a ricercatore universitario
Facoltà di Scienze Politiche – Disciplina: Storia Moderna

1985
Istituto Navale di Napoli: Concorso a un posto di ricercatore universitario
Disciplina: Storia Economica

1986
Università di Napoli “Federico II”: Concorso a un posto di ricercatore universitario
Facoltà di Economia e Commercio – Disciplina: Storia Economica

1988
I.U.L.M. di Milano: Concorso a un posto di ricercatore universitario
Disciplina: Storia Moderna

1992
Concorso per n. 27 posti di professore associato
Disciplina: Storia contemporanea

1994
Università della Tuscia-Viterbo:Concorso a un posto di ricercatore universitario
Facoltà di Lingue – Disciplina: Storia Moderna

1995
Università di Udine: Concorso a un posto di ricercatore universitario
Facoltà di Lettere – Disciplina: Storia Moderna

1996
Università di Roma “La Sapienza”: Concorso a n.2 posti di dottore di ricerca
Facoltà di Scienze Politiche – Disciplina: Storia Moderna

2000
Università di Genova: Conferma I fascia
Disciplina: Storia dell’Europa Orientale (M02B)

2000
Università di Salerno: Giudizio di idoneità di II fascia
Disciplina: Storia Moderna (MO2A)

2000
Università di Roma “La Sapienza”: Concorso a n.3 posti di dottore di ricerca
Facoltà di Lettere e Filosofia – Disciplina: MO2B

2001
Conferma triennio ricercatori
Disciplina: Storia Moderna (MO2A)
2004
Università Concorso posti di dottore di ricerca

2008
Conferma di Professori associati Disciplina: Storia Economica SECS-P/12

2009
Concorso di Professore ordinario Università di Verona, Disciplina Storia Economica  SECS-P/12

 

Torna al sommario

 

 


Pagina modificata Monday 3 March 2014