Il Commento

Il contributo italiano alla cultura dell’Europa sovranazionale durante la Resistenza

Indice dei testi

Il programma “Italia europea”, realizzato con il sostegno gentilmente concesso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (rif. CNR–FPCR021073), si è proposto di contribuire al recupero, alla valorizzazione e alla pubblicizzazione per via informatica dell’apporto politico–culturale italiano alla costruzione dell’Europa unita. Tale apporto è costituito, oltre che da una costante azione di promozione delle Comunità e dell’Unione europea, da una rilevante elaborazione intellettuale, risalente in gran parte ai primordi del processo di unificazione e spesso ignorata tanto nel nostro paese che altrove.

Il progetto ha avuto come punto qualificante l’edizione di numerosi testi, prodotti durante la Resistenza, precisamente nel periodo compreso tra il 1940 e il 1945, attraverso i quali è possibile consultare sia le posizioni dei singoli partiti o movimenti antifascisti sul tema Europa, sia le proposte avanzate dalle personalità più significative del federalismo europeo in un periodo fondamentale per il successivo avvio dell’integrazione del continente ed anche per la nascita dell’attuale Repubblica italiana.

Grazie alle occasioni offerte dalle nuove tecnologie, la pubblicazione su web ha consentito di rendere rapidamente accessibili i testi selezionati ad un numero potenzialmente vastissimo di lettori interessati, facilitandone al tempo stesso la consultazione e la citazione anche per finalità di carattere scientifico. A tale riguardo appare particolarmente opportuno l’inserimento dei documenti in un sito specializzato e adatto alla consultazione multilingue come “EuroStudium”.

Va peraltro sottolineato come lo strumento dell’edizione informatica consenta, da una parte, continui aggiornamenti e arricchimenti del materiale offerto, dall’altra, nel mettere a disposizione del pubblico banche dati contenenti serie di documenti, renda possibili analisi testuali complesse e non realizzabili sui supporti cartacei tradizionali. In argomento, e con particolare riferimento alla definizione di “metafonte”, si è tenuto conto delle terminologie adottate da studiosi come J. P. Genet e Andrea Zorzi.

Entrando nello specifico della ricerca, nell’ambito del progetto “Italia europea” sono stati selezionati trenta documenti, ognuno dei quali è stato riprodotto, o in parte o integralmente, sulla base della prima edizione originale, apparsa durante la Resistenza. A ciascun testo è stata inoltre premessa una presentazione, con un inquadramento del contesto temporale e geografico in cui il documento è stato elaborato e con le notizie essenziali sull’autore, ovvero sul partito o movimento che ne è stato promotore. Infine, ogni presentazione è stata corredata delle indispensabili informazioni archivistiche e bibliografiche, nonché di un abstract in lingua inglese.

L’intera edizione compare peraltro preceduta da una nota introduttiva, nella quale vengono illustrate le premesse storiche e intellettuali del significativo contributo fornito dalla Resistenza italiana all’idea di unità europea, fra cui spicca, come è noto, il Manifesto di Ventotene, patrimonio della cultura federalistica di tutto il continente.

La scelta dei documenti da editare è stata preceduta da una consultazione con noti studiosi della materia, ed è stata condotta con l’intento di presentare un ventaglio quanto più ampio possibile delle tendenze politiche e dei dibattiti in corso nel periodo bellico e resistenziale.

Per l’acquisizione dei testi originali, la “ricerca sul campo” ha visto impegnati i partecipanti al progetto presso vari archivi e biblioteche italiane, fra cui gli Archivi delle Comunità Europee di Firenze, la Biblioteca del Dipartimento di Scienze storiche e geografiche dell’Università di Pavia, la Biblioteca di Storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca Ugo Spirito di Roma, la Biblioteca Piero Gobetti di Torino e la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Alcune importanti fonti archivistiche sono state gentilmente messe a disposizione dalla prof.ssa Cinzia Rognoni Vercelli, dell’Università di Pavia, e dal dott. Edmondo Paolini, biografo di Altiero Spinelli, che si ringraziano per il loro contributo.

In merito alla letteratura e alle raccolte di fonti in argomento, sono state tenuti presenti, tra le altre, le opere seguenti: W. Lipgens, Documents on the History of European Integration, voll. I – II, New York, 1984–86; S. Pistone, L’Italia e l’unità europea, Torino, 1982; L’Unità Europea (1943–1954), riedizione anastatica, Consiglio Regionale del Piemonte–Consulta Europea, Torino, 2000; Piero Graglia, La rivoluzione federalista, Bologna, 1996; Idem, Unità europea e federalismo. Da “Giustizia e Libertà” ad Altiero Spinelli, Bologna, 1996; Ernesto Rossi – Gaetano Salvemini, Dall’esilio alla repubblica. Lettere (1944–1957), a cura di M. Franzinelli, Torino, 2004; G. De Luna, Storia del Partito d’Azione (1942–1947), Roma, 1997; Cfr. M. RENDINA, Italia 1943–1945. Guerra Civile o Resistenza?, Newton,Roma, 1995; M. BENEDISCIOLI, Antifascismo e resistenza, Studium, Roma, 1964; L. CONTI, La Resistenza in Italia: 25 luglio 1943–25 aprile 1945, Istituto Giangiacomo Feltrinelli,Milano, 1961; P. MALVESTITI, La lotta politica in Italia. Dal 25 luglio 1943 alla nuova costituzione, Bernabò, Milano, 1947; G. PANSA, La Resistenza in Piemonte. Guida bibliografia 1943–1963, Giappichelli, Torino, 1965; L. VALIANI, Dall’antifascismo alla resistenza, Feltrinelli, Milano, s. d. (ma 1959); D. L. BIANCO, Guerra partigiana, a cura di G. Agosti e F. Venturi, Einaudi, Torino, 1954. P. E. TAVIANI, Breve storia della resistenza italiana, Roma, 1994; A. PAOLUZI, La letteratura della resistenza, Roma, 1956; R. CONTARINO, Dal fascismo alla Resistenza, Roma–Bari, 1980; La Resistenza francese e la partecipazione degli antifascisti italiani, Atti del Convegno tenuto a Sesto Fiorentino il 16 marzo 1980, s. l. (ma Firenze), 1982; G. FALASCHI (a cura di), La letteratura partigiana in Italia 1943–1945, con prefazione di N. Ginzburg,Roma, 1984.

A completamento della ricerca e per fornire ulteriori strumenti di approfondimento, sono state aggiunte sia una “cronologia resistenziale”, sia le biografie di autori e personalità che hanno avuto ruoli significativi nel periodo storico preso in esame. I materiali elaborati nel corso del progetto sono disponibili su supporto Cd–Rom.

Si ringraziano per la preziosa collaborazione all'edizione Luca Bellincioni, Fabrizio Fabrizi, Daniela Falcone e Giulia Vassallo.

Indice dei testi

 

 

torna su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pagina modificata Monday 3 March 2014