Il Commento

The Case / Il Caso

Pagine a cura di Luigi Cajani

 

Aggiornamento sul dibattito italiano intorno alla legge antinegazionista

http://freespeechdebate.com//eu-versus-intellectual-freedom

 

L'appello dell'Unione contro il reato di negazionismo

http://www.camerepenali.it/news/5535/L_appello-dell_Unione-contro-il-reato-di-negazionismo.html

 

"Une Loi antinégationiste discutée au Parlament italien" di Luigi Cajani

http://www.lph-asso.fr/index.php?option=com_content&view=article&id=191%3Aluigi-cajani-qune-loi-antinegationiste-discutee-au-parlement-italienq&catid=71%3Aitalie&Itemid=189&lang=fr

 

"Le Ragioni che contrastano l'introduzione del negazionismo come reato" di Emanuela Fronza e Alessandro Gamberini

http://www.penalecontemporaneo.it/upload/1383000563FRONZA%20GAMBERINI%202013.pdf

 

 

Libertà per la storia. Un appello contro il reato di negazionismo

https://secure.avaaz.org/it/petition/Liberta_per_la_storia_Un_appello_contro_il_reato_di_negazionismo

 

L'espansione del reato di negazionismo in Europa

Presentiamo un recentissimo articolo di Paolo Lobba, dottorando presso l'Università di Bologna, che fa un'analisi approfondita del testo della decisione quadro su razzismo e xenofobia, inquadrandola nel complesso della normativa dell'Unione Europea e del dibattito internazionale sulla libertà d'espressione.

Leggi l'articolo

 

'UE: una cesura alla storia?

Il rapporto fra storici e politica è spesso difficile e una prova recente ne sono sia le leggi sulla memoria promulgate in Francia, che hanno suscitato già forti proteste da parte di storici e giuristi francesi, sia la decisione–quadro adottata dal Consiglio dell’Unione europea dell’aprile del 2007 che qui viene presentata con un commento e una proposta di iniziativa internazionale, che sta già raccogliendo molti consensi. La lista delle adesioni all’iniziativa, con eventuali commenti, verrà aggiornata periodicamente.

Presentazione - Aggiornamento

Materiali per il dibattito

 

Europe moves to censor historians

The relation between historians and politicians is often very difficult: among the recent evidences for that there are the French memorial laws, which have provoked strong reactions among French historians and jurists, and the framework decision of the Council of the EU, which we present here together with a comment and the proposal for an international action, which is getting a lot of support. The list of the supporters will be updated regularly.

Presentation - Update

Materiali per il dibattito

 

Rendez vous de l’histoire

In occasione del Rendez vous de l’histoire, una manifestazione su temi della ricerca e dell’insegnamento della storia che si tiene da alcuni anni a Blois con grande successo di pubblico, Pierre Nora ha lanciato l’11 ottobre 2008 il seguente appello contro le lois mémorielles e la decisione quadro europea.
Commento dello stesso Nora a questo appello.

Timothy Garton Ash ha pubblicato in proposito un articolo su The Guardian, El Paìs e Repubblica.

Per consultare l’elenco dei firmatari e per aderire si veda il sito www.lph-asso.fr

Rendez vous de l’histoire

On October 11th 2008, during the Rendez vous de l’histoire, a festival on history and history teaching which is celebrated since some years in Blois with great success, Pierre Nora has diffused the following appeal against the French lois mémorielles and the EU framework decision.
Nora has published in Le Monde the following comment.

Another article by Timothy Garton Ash, published in The Guardian, El Paìs and Repubblica.

For the signatories’ list and to sign see www.lph-asso.fr

Liberté pour l'Histoire

Il sito di Liberté pour l'Histoire, associazione di storici francesi fondata nel 2005 da René Rémond, impegnata nel contrasto alle "lois mémorielles".

Liberté pour l'Histoire is an association of french historians founded in 2005 by René Rémond and active in fighting against the "lois mémorielles".

Fra due anni ...

Il 28 novembre 2008 il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato in via definitiva la Decisione quadro sulla lotta contro talune forme ed espressioni di razzismo e xenofobia mediante il diritto penale (pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 6 dicembre 2008). Il testo è sostanzialmente uguale a quello approvato provvisoriamente nell’aprile 2007. Gli stati membri hanno due anni di tempo per inserire queste norme nella loro legislazione. Sarà interessante seguire i dibattiti parlamentari in proposito.

In two years ...

On November 28th 2008 the Council of the European Union has definitively approved the Framework decision on combating certain forms and expressions of racism and xenophobia by means of criminal law (published on the Official Journal of the European Union 6.12.2008). This is almost the same as the one provisionally approved on April 2007. In two years all the EU member States must include these norms into their legislation. It will be very interesting to follow the related parliamentary debate.

Il dibattito sulla Loi Gayssot: la Cour de Cassation rifiuta di sottoporla a giudizio di legittimità costituzionale

La controversa Loi Gayssot del 13 luglio 1990, volta in particolare a punire la negazione dell’Olocausto, è stata recentemente oggetto di una recente sentenza della Cour de Cassation di Parigi, che il 7 maggio 2010 ha respinto un’istanza in cui si chiedeva di sottoporla al giudizio di legittimità  del Conseil Constitutionnel.

Sulle motivazioni di questa sentenza si veda il giudizio della giurista Anne-Marie Le Pourhiet.

Per approfondire la questione del dibattito francese sulle le lois mémorielles, si vedano altresì la lettera aperta inviata al presidente dell'Assemblée Nationale Jean-Lous Débré il 19 ottobre 2006 da un gruppo di storici, giuristi e intellettuali francesi, e un appello di giuristi francesi del 23 novembre 2006.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pagina modificata Friday 18 July 2014