Il Commento

Dai Dardanelli a Gibilterra

Stefano Alamari, Andrea Carteny, Rachele Giacalone, Antonio Ricci

Periferia, Cosenza 2001

Indice del libro

L’area mediterranea se per un verso presenta una molteplicità di storie regionali ed etniche, dall’altra si pone come "luogo" coeso in cui etnie, culture e sistemi sociali ed economici diversi – attraverso percorsi pure complessi e differenziati – hanno tuttavia elaborato codici comuni; la loro riscoperta e valorizzazione diviene oggi elemento essenziale per qualsiasi ipotesi di cooperazione e di sviluppo, individuando i problemi di fondo di una simile multiforme realtà e passando a un livello concretamente operativo attraverso soluzioni possibili.
Proprio ai fini di un’analisi tesa alla verifica dei fenomeni attuali, il Mediterraneo costituisce sicuramente un’area privilegiata, un laboratorio che per un verso consente esperimenti per altro impone delle soluzioni. L’ingente spostamento di uomini dalle periferie al centro industrializzato, di fatto, sta creando una società multietnica e multiculturale in cui frequentemente esplodono fenomeni di contrapposizione anche drammatica che innescano episodi di intolleranza razziale; i rischi sono molto elevati e possono essere prevenuti solo per mezzo di un attento lavoro che riesca a far passare nella società uno schema culturale in grado di far capire come una migliore tradizione culturale e civile poggi i suoi presupposti etici e intellettuali sull’ accettazione dell’altro diverso da sé e dunque sulla tolleranza.
Un obiettivo congiunto della politica e della didattica deve essere quello di favorire il processo di integrazione attraverso strutture, insegnamenti, mezzi che possano concorrere al processo di formazione delle nuove generazioni per una cultura dell’integrazione. Con il lavoro fin qui svolto proprio in questa ottica una rete di studiosi con una tradizione di impegno culturale e operativo, insieme a una serie di accordi fra singoli Paesi del Mediterraneo, ha offerto un contributo pro–fessionale concreto con l’apporto di formulazioni e proposte valide per una società come quella italiana, che deve assorbire da una parte l’impatto delle massicce immigrazioni all’interno del proprio tessuto sociale ed economico e dall’altra favorire l’accoglienza e le forme di integrazione che consentano ai cittadini di metabolizzare la nuova esperienza dell’incontro con elementi provenienti da culture diverse.
In questo ambito si inserisce anche il presente volume curato da un gruppo di dottorandi dell’Università La Sapienza e con l’introduzione del prof. A.Biagini. Il lavoro si presenta come una sinossi elaborata secondo una modalità nuova mirata alla produzione di un testo–guida per un primo accesso allo studio della storia contem–poranea dei paesi extra–europei del Mediterraneo. Obiettivo principale è quello di fornire un supporto didattico di rapida consultazione suscettibile anche di ulteriori contributi e aggiornamenti sul nostro sito internet.


Pagina modificata Monday 24 August 2009