Il Commento

Europa. Allargamento a Est e immigrazione

Oliviero Forti, Franco Pittau, Antonio Ricci (a cura di)

IDOS, Roma, 2004

 

Indice del libro

 

L’allargamento dell’Unione Europea non si può limitare ad un evento privo di anima ma deve incarnare il modello sociale europeo, assicurando un’adeguata tutela ai lavoratori, favorendo inoltre una fruttuosa convivenza. Europa, migrazioni e finalizzazione sociale dell’allargamento: le parole chiave di questo libro.
Questa ricerca, voluta dalla Caritas, patrocinata dal CNEL e coordinata dall’équipe del “Dossier Statistico Immigrazione”, ha coinvolto 33 autori, 10 dei quali dell’Est Europa.
La prima parte affronta gli aspetti economici, occupazionali, culturali, sociali e religiosi del nuovo contesto.
Nella seconda parte viene tracciato un quadro organico delle migrazioni dell’Est Europa nella fase anteriore e successiva all’allargamento, con l’approfondimento dei casi di tre paesi (Romania, Polonia, Repubblica Ceca).
La terza parte analizza la presenza degli immigrati esteuropei in Italia e, prendendo l’avvio dalle riflessioni del CNEL sulle attuali politiche migratorie, si sofferma su questi aspetti: paesi di provenienza, consistenza numerica, ripartizione territoriale, dimensione familiare e lavorativa. Due indagini mettono a fuoco le caratteristiche dei gruppi polacco e ucraino, mentre le interviste rilasciate da testimoni privilegiati dell’Est Europa aiutano a leggere in profondità le statistiche.
Tra gli allegati il lettore troverà di grande utilità le schede socioeconomiche dedicate ai singoli paesi e le tabelle statistiche con i dati più aggiornati. Le conclusioni sono affidate alle stimolanti considerazioni dello slavista Predrag Matvejevic.

 

 

 


Pagina modificata Monday 24 August 2009