Il Commento

Adriano Olivetti e le Edizioni di Comunita' (1946-1960)

di Beniamino de’ Liguori Carino

Adriano Olivetti e le Edizioni di Comunità (1946-1960) Quaderni della Fondazione Adriano Olivetti, 2008

 

La storiografia che, per quasi mezzo secolo, si e' formata intorno alla figura di Adriano Olivetti, ha sempre tralasciato, se non occupandosene in maniera laterale, un'attivita' che sembra configurarsi come una struttura fondamentale dell'intricata architettura dell'azione olivettiana: quella delle Edizioni di Comunita'. Un atteggiamento che si avverte anzitutto nella pressoche' totale assenza di una ricostruzione storica che permetta di ricercare, con il sostegno di una documentazione adeguata, i legami che uniscono la vicenda della casa editrice a tutta l'azione riformatrice di Adriano Olivetti e, poi, di valutare l'impatto di questa sul tessuto culturale italiano del dopoguerra. Qui le Edizioni di Comunita' entrarono con proposte dirompenti, spesso demolitive, ma guidate contemporaneamente da una straordinaria identita' ricostruttrice e riformatrice. La casa editrice si fece veicolo di un'azione culturale che non esauriva la sua istanza nella protesta, ma puntava decisamente, come puntualizzava Geno Pampaloni, "alla riforma, al rigoroso impiego dei valori scientifici, alla razionalizzazione della giustizia". Il nesso con il Movimento Comunita' e' quindi evidente, ma non vincolante.
Questo studio intende mettere in luce l'identita' autonoma della casa editrice rispetto alle altre attivita' che costituirono l'azione riformatrice di Adriano Olivetti, e vuole poi riflettere sul ruolo delle Edizioni di Comunita' attraverso l'analisi dell'incidenza delle sue proposte editoriali nella formazione della cultura italiana contemporanea. Un duplice intendimento che puo' essere conseguito solamente se vi si affianca la ricostruzione delle vicende e delle forme organizzative che delle Edizioni di Comunita' furono la vita. Un proposito che questo lavoro ha tentato di assecondare prendendo in esame un arco temporale di quindici anni che si sviluppa dalla fondazione della casa editrice nel 1946 sino alla morte di Adriano Olivetti nel 1960, ma che non ha escluso ovvie espansioni nel passato e nel futuro, necessarie a comprendere radici e prospettive dell'operato olivettiano.
Ricostruire dunque la storia delle Edizioni di Comunita', anche attraverso un percorso che porti alla luce il valore dell'impegno editoriale lungo tutta la storia di Adriano Olivetti, e avventurarsi verso la formulazione di qualche primo giudizio riguardo questa vicenda, e' un primo tentativo di rendere giustizia, come a' stato auspicato, alle Edizioni di Comunita' e di restituirle alla loro essenza.

 

 

Il libro si puo' scaricare gratuitamente in formato .pdf sul
sito della Fondazione in pubblicazioni > quaderni della fondazione adriano olivetti

E' assolutamente vietata la riproduzione anche parziale del contenuto senza citare la fonte e senza previo permesso da richiedere all'indirizzo segreteria@fondazioneadrianolivetti.it.
Tutti i diritti sono riservati.
Link
: www.fondazioneadrianolivetti.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pagina modificata Thursday 3 May 2012